MONTAPPONE

 

montappone2.jpg (40684 byte)

 

MONTAPPONE , Alt. 370 m.,Pop. 1790, CAP.63020,Pref.Tel.0734.

E' Castello feudale  nell'anno 1000 è feudo della Nobili. Nel 1291 viene assegnato ad un ramo della famiglia Brunforte con titolo di Marchesato. Nel 1355 viene distrutto da Gentile da Mogliano dopo una serie di assedi e di battaglie. Il  cardinale Albornoz ne vieta la ricostruzione . Solo nel 1731il paese viene ricostruito su licenza del cardinale  Pietro di Estaing con il vincolo di rimanere sotto Fermo. Nello stesso anno viene ripristinato il castello . Nel 1827 ottiene un podestà con giurisdizione  sulla confinante Massa Fermana.

 

Montappone

Montappone sorge su una collina come tutti i centri della zona fondati in epoca medievale e deve il suo benessere economico allo sconosciuto creatore o importatore della lavorazione dei cappelli di paglia. Già nel lontano Settecento, durante la lunga pausa invernale dal lavoro nei campi, i mezzadri si raccoglievano nelle stalle per filare, tessere, intrecciare cesti, cappelli e scope di saggina, utilizzando la paglia. Con il passare sei secoli, il paese ha saputo affinare le tecniche di fabbricazione fino a creare una vera e propria industria del settore e oggi i piccoli imprenditori locali sono conosciuti e apprezzati dai più importanti cappellifici del mondo.

Il Museo del Cappello ha la sua rilevanza in quanto vi si conservano macchinari, documenti, materiale fotografico e disegni raccolti nei comuni vicini dediti a questa stessa attività quali Massa Fermana, Monte Vidon Corrado e Falerone che illustrano tutte le varie fasi dell’antica lavorazione. Dal punto di vista storico, fin dall’antichità fu dominato dalla potentissima famiglia dei nobili Brunforte e si trovò comunque sempre nella sfera d’influenza della città di Fermo. Agli inizi del XIV sec. il castello di Montappone fu distrutto da Gentile da Mogliano e ricostruito dai Montapponesi nel 1371.

Nel 1808, con l’avvento del Regno d’Italia, si unirono al Municipio di Montappone quelli di Massa Fermana e Monte Vidon Corrado. Quando venne ripristinato il dominio pontificio, Montappone fu sede del governatore del distretto, trasferito prima a Falerone, poi a Montegiorgio. Nel 1827 ebbe un Podestà con giurisdizione anche su Massa Fermana.

Da vedere

Chiesa Parrocchiale di S. Maria e S. Giorgio custodisce una tela della scuola del Pomarancio,  “Madonna con Bambino e Santi” e una Croce Reliquiario del XV sec..

Oratorio del SS. Sacramento, con portale trecentesco in cotto sovrastato dallo stemma della confraternita; all’interno alcuni affreschi cinquecenteschi tra i quali “Madonna con il Bambino tra i SS. Giovanni Battista e Giorgio” erroneamente attribuiti a Vincenzo Pagani.

Museo del cappello, custodisce materiali e manufatti relativi alla produzione del cappello di cui è ricca Montappone. È possibile vedere gli antichi strumenti della lavorazione della paglia, dalla rudimentale pressa che assomiglia ad un ferro da stiro fino ad i macchinari più evoluti simili alle presse degli stampatori; nel museo oltre a varie produzioni di cappelli è esposto il cappello preferito di Federico Fellini donato al Museo dalla sua famiglia. 

Riferimenti

Sindaco: Mochi Giuseppe

Via G. Leopardi, 12 – 63020 Montappone (FM)
Tel 0734-760426, Fax 0734-760709
www.comunemontappone.it
info@comunemontappone.it